Spostamento location e data Assoluto Freestyle

18 set, 2016

Cari amici,

a seguito di problematiche burocratiche indipendenti dalla volontà della Classe la Tappa dell’assoluto di Porto Botte località S.Giovanni Suergiu è annulata.

Il circolo organizzatore si è attivato alacremente per lo spostamento dell’evento.

Va fatto presente che un evento di questo tipo richiede l’attivazione di permessi.

 

Questo doloroso incidente che coinvolge il nostro sport rientra nella oramai atavica confusione e sciatteria con cui le amministrazioni locali ed la pubblica amministrazione affrontano il problema del Kitesurf in Italia.

Si proibisce e basta, si creano solo ostacoli, vessazioni, umiliazioni…

Il nostro sport muove , oltre che la passione, anche tanto lavoro, gente che, in un periodo drammatico di crisi come quello che stiamo vivendo, riesce a sbarcare il lunario, ma sopratutto un significativo indotto turistico, difficilmente chi fa kite va in giro da solo spesso viaggia accompagnato da amici , parenti, compagni, che possono essere sportivi o no.

Il kite permette la rivalutazione e la scoperta di  nuovi spazi

Lo sport è un valore assoluto è forse una delle poche ancore di salvezza che rimangono nella società, chi vive e lavora per e con lo sport pratica la nobile arte dell’insegnamento di trasmettere valori che fortificano non solo il corpo ma anche lo spirito.

Lo sport è anche un possente volano economico ed il nord Italia lo sa bene con lo sci,se  ben gestito è una benedizione per quei comuni che si ritrovano condizioni meteo-geografiche favorevoli.

Nel mondo il nostro sport è riconosciuto come importante risorsa…..in Italia NO!

Un perfido incrocio di normative burocratiche punisce qualsivoglia situazione demaniale di spiaggia che non sia collegata con ombrelloni e periodo balneare.I PUA sono una trappola infernale dove i localismi e le invidie locali bruciano ogni progetto.

Quindi ora si perde così per totale inettitudine politico-amministrativa , una politica che oramai da anni abdicato di fronte ai “ragioneri” di stato, si perde un prezioso vantaggio con la concorrenza internazionale turistica, che potrebbe trasformare zone depresse del meridione in un paradiso del kite europeo.

Detto questo si farà il possibile per attivare in tempi brevi il campionato, anche se rimane l’amarezza di quello che è accaduto in uno degli spot più belli d’Italia!

Notizie