PKRA MARSALA 2014

23 mag, 2014

ARTICOLO SU TP24

COMUNICATO STAMPA SEGRETARIO DI CLASSE NAZIONALE MICHELE GALIFI CERQUETTI

http://www.tp24.it/2014/05/22/inchieste/i-brutti-ricordi-lasciati-dal-kitesurf-2013-a-marsala/83719

Kiteboarding Nazionale e Pkra Marsala

Del segretario nazionale di classe Michele Galifi Cerquetti

Leggo con attonita desolazione l’articolo  su TP24.it sulla “sola” del PKRA di Marsala. La classe nazionale non segue direttamente gli eventi internazionali che si svolgono in Italia, esistono passaggi  di burocrazia sportiva interni alla Federazione Italiana Vela ed ai circoli ad essa affiliati, ma sono procedure che riguardano esclusivamente l’atto sportivo e le problematiche ad esso correlato (es AntiDoping,Giustizia Sportiva, ecc).

Durante questi anni abbiamo avuto l’onore di ospitare campionati mondiali e continentali delle varie categorie, mai abbiamo avuto problemi.

A quanto risulta dalla carte di classe l’unico responsabile amministrativo della manifestazione che si è assunto gli oneri con atleti e tecnici di ogni parte del globo è la SI eventi facente capo alla signora Simona Inserillo.

Leggo di una sedicente ASD Mondello Beach, di una “Neopensiero Eventi “ dichiaro che dette associazioni nulla hanno a che fare con il kiteboarding nazionale e/o internazionale, mai ci sono stati contatti con dette associazioni che non hanno alcun titolo di rappresentanza sportiva per la nostra disciplina.

Qualora il Comune di Marsala decidesse di smettere di interloquire con questi personaggi e volesse realmente erogare il contributo ad atleti, tecnici, circoli senza alibi burocratici per ristabilire l’onore offeso in tutto il mondo, non deve fare altro, in questo marasma di “società” che appaiono e scompaiono, che affidarsi alle figure istituzionali riconosciute dalle autorità sportive nazionali.

L’associazione ASD Classe KiteBoarding Italia esiste ed il Comune di Marsala non venga a dire che non lo sa, ci sono stati incontri e contatti e tentativi di ulteriore contatto in sede istituzionale, con ovvi ed evidenti risultati.

Quello che sta accadendo è un episodio con una continua risonanza nel mondo ed è una vergogna per noi che rappresentiamo l’Italia a livello internazionale.

L’organizzazione PKRA ha di fatto bloccato l’Italia per qualsivoglia manifestazione sportiva inerente il Kitesurf Artistico. La Classe nazionale ed Internazionale si schierano con chi con onestà e passione ha promosso il freestyle negli ultimi 15 anni.

Chiedo personalmente scusa a tutti i campioni che sono venuti da ogni parte del mondo e faccio mia l’indignazione per  questo degrado morale!

Farò il possibile , come segretario nazionale, per tutelare e difendere in ogni sede l’immagine ed i diritti del nostro sport.

Dott Michele Galifi Cerquetti

Notizie