Kitetiquette di gara!! note sul comportamento durante le competizioni e utilizzo social network

05 ago, 2015

La passione sportiva ed il diritto di critica e libera espressione non devono mai assolutamente  debordare  in comportamenti ed atteggiamenti verbali e/o scritti che  rasentino l’insulto, la calunnia e la diffamazione.Tale comportamento è viene considerato assolutamente inaccettabile qualora siano coinvolti direttamente o indirettamente altri atleti e sopratutto atleti juniores e ,peggio che mai, UdR federali e /o circoli organizzatori.

Il diritto di critica deve mantenersi nei limiti di un rapporto costruttivo, evitare inutili amplificazioni mediatiche, che sono infinito pascolo per i digitochiaccheroni.

Nelle gara ad arbitraggio diretto viene ricordato e raccomandato di mantenere nei confronti degli UdR un atteggiamento rispettoso e accettare il dovuto distacco che il ruolo merita l’impegno e la concentrazione del ruolo.

Queste competizioni sono di complessa valutazione, l’atleta può richiedere la visione del suo sheet di gara personale al capogiudice.Può contestare e discutere, può anche fare protesta scritta di cui comunque rimane traccia.

Qualora ci siano rimostranze di tipo più complesso  si raccomanda di fare protesta scritta che va anche inoltrata alla  casella di posta della segretaria di Classe, la segnalazione , anche se non da immediata risposta, è sempre un documento che rimane in memoria e che poi acquisisce il suo peso nel giusto momento.

L’utilizzo dei social network per rimostranze tecniche può aprire la porta a post che rischiano di attivare spirali disciplinari.

Chiedo quindi agli UdR il massimo rigore per l’applicazione della disciplina in gara ricorrendo a sanzioni per il singolo evento (squalifica,penalità di punteggio) e che possono persino arrivare al deferimento in procura federale, ma dare anche il via a sanzioni disciplinari di classe quali sospensione o persino  radiazione dalla Asd.

La presenza di atleti minorenni obbliga la classe a richiedere la massima severità da parte degli UdR ed attenzione e disciplina da parte di tutti! Una cosa può essere la “parolaccia” altra l’utilizzo di termini che richiamino situazioni sociali ben più degradate e complesse.Da segnalare , anche se mai avvenuto ,situazioni di bullismo e mobbing nei confronti del singolo.

Contestualmente la classe ringrazia lo staff di UdR federale di artistico per l’incredibile lavoro che stanno facendo, e rinnova loro la più assoluta fiducia, con particolare menzione all’ UdR Giuseppe Stefanelli (che la Classe ringrazia di cuore per l’incredibile lavoro che sta svolgendo di coordinamento e formazione) ed a cui rinnova fiducia e stima.

Un sentito grazie al grande Leonardo Adobati ottimo maestro ed allenatore che coinvolge un bel gruppo di atleti!

 

Non può mancare un affettuoso saluto all’UdR Stefano Bertini in via di splendida guarigione.

Notizie