Kite event Porto Botte 2015 (chi l’ha dura la vince!!)

20 set, 2015

12045457_1068953099803611_5677026738080933668_o 12004800_1068526183179636_8644002552191587033_n 12030379_1068953093136945_2233365850157158055_o 11228133_1068953096470278_7462515804389523346_o

 

La penna corre di fretta di fronte all’emozione….ma di questo evento se ne parlerà a lungo!

 

 

 

Un anno difficile difficilissimo, va termine di annate contrassegnate da vento capriccioso incostante, il nervosismo degli atleti costretti a lunghe e snervanti attese su spiagge accaldate mendicanti un briciolo d’aria , sempre ai limiti sempre con vele più grosse…..calendari internazionali che saltavano coinvolgendo anche le date nazionali…..

Quest’anno di tutto!La maledizione di un dispettoso sciroccale che porta nuvolo e pioggia, centrando con malefica precisione i gironi della gara e per poi dare di lunedì l’atteso ponente.

Oramai gli atleti allo stremo cominciavano a delirare in piena astinenza da gara, giudici estenuati con il braccio anchilosato da ore di anemometro tenuto in aria più in alto possibile sognano i fatidici 12 nodi…..Poi si è deciso l’ultima tappa la si fa a chiamata! E’ stata dura con un meteo oramai incomprensibile, previsioni più vicine al vaticinio che alla certezza scientifica, nervi tesi a fior di pelle….

Markino Orru mercoledì scorso dopo una notte passata di fronte agli incerti monitor anemometrici si pronunciò GARA SIA! e Gara fu!

Due giorni pieni di maestrale in una piena ebbrezza eolica che hanno abbondamente soddisfatto gli insaziabili appetiti anemometrici dei ragazzi pervenuti da tutta Italia.La chiamata ha funzionato!

In due giorni si sono chiusi ben TRE tabelloni open maschi, juniores e donne una cinquantina e passa di heat e poi, visto che tempo c’era, e bolgia di giocare pure un fantastico big air che ha realmente deliziato tutti dove i campioni, con prepotente baldanza , scacciati via gli esausti giudici, hanno sentenziato il più bravo nel volo!

Per cominciare dalla fine il simpatico Nannavecchia ha staccato il volo a velocità supersoniche ed un fantastico kiteloop seguito da un generoso Coccoluto.

 

M andiamo ai tabelloni descrivendo in fantastico disordine heat, cominciando dall’inizio di giornata e l’epica sfida tra Garofalo e Ragazzoni, mai nella storia si era conclusa una heat a pareggio! Finalmente il titanico Andrea aveva i suoi trenta nodi per far valere la sua bravura ed è stata dura heat ripetuta e solo alla fine una brutta caduta, Andrea ha rischiato ha dovuto rischiare,contro un Garofalo a vela bassa che chiudeva figure con ineffabile potenza, ritornato agli albori dopo l’incidente di inizio anno….Passò Garofalo per un briciolo

 

Ma andiamo ai tabelloni, i ragazzi si sono praticamente allenati assieme tutta l’estate, si conoscevano i fratelli Vicari si sono presentati coraggiosamente su entrambi i tabelloni i più giovani hanno sfidato i senatori, la marcia di Andrea è stata fermata solo da un imperioso Coccoluto in una ultima heat potente ed intensa, Gianmaria è un re del vento ma Andrea lo ha sfidato a testa alta, Il primo vinse Andrea secondo ma con il dente ha assaporato la finale e difficilmente scorderà il sapore…al prossimo anno!

Ottimo Barberi impegnato in una finalina con il sempreverde Martinelli , rimangono sempre  atleti precisi e costanti.

L’epopea dei fratelli Vicari si è riproposta nel succoso tabellone Juniores (sempre più numerosi) dove con grande sorpresa in finale si è imposto il local Contini contro Cristiano, Andrea questa volta terzo questo la dice lunga sull’incredibile livello dei giovani!!!Quarto Balestrini…..Insomma la scuola laziale contro una grande scuola sarda!!

 

Nelle donne Bagnoli docet!!! ma inseguono , nella bufera, Piccioni e la giovane Adobati

Adesso si tireranno le somme del campionato con i ranking completi finali ecco i risultati della gara:

 

Juniores:
1° Francesco Contini
2° Cristiano Cricchetto/ Vicari Brothers Kiteboarding
3° Andrea Vicari

Donne:
1° Francesca Bagnoli Kiteboarding
2° Giulia Piccioni
3° Chiara Adobati

Uomini:
1° Gianmaria Coccoluto kiteboarding
2° Andrea Vicari
3° Giacomo Barberi

 

Un sentito grazie al Pres Babini Ika a Markino , preciso ed attento agli atleti, al generoso contributo della Cabrinha (che ha offerto un congruo rimborso) ma sopratutto un grazie agli aletti

Notizie